CARLO REDI: Mandolino e violino

Si interessa da tempo di musica tradizionale con particolare attenzione per i repertori tradizionali da ballo.

Dopo i primi studi musicali compiuti da bambino approda al gruppo chitarristico Cister nell’ambito dell’associazione musicale lecchese Chitarfisa. Con questa formazione matura un’esperienza decennale di lavoro in gruppo che lo porterà poi a sviluppare conoscenze musicali di vario genere. In particolare dopo aver seguito alcuni corsi di musica antica al CRAMS di Lecco comincia lo studio appassionato della viola da gamba, strumento che gli darà la possibilità di suonare inizialmente  negli Islita, gruppo cresciuto proprio all’interno di un corso di musica antica tenuto dal M.o Nicola Sansone, e che si sviluppa attorno ad un progetto originale sui temi musicali che ricorrono in epoche e contesti differenti.
L’idea viene proposta con alcuni concerti in Italia, poi viene esportata con successo in una tournèe in Islanda nel 1994.
L’anno successivo invece suona con una formazione classica formata da strumenti  barocchi e condotta dal M.o Mario Valsecchi nell’esecuzione dello Stabat Mater di Pergolesi in Italia e Germania.
Dopo quell’esperienza viene in contatto con  il mondo della musica e del ballo tradizionale e in quel periodo, cominciando a suonare con tre amici,  prende forma il gruppo Castemore.
Dopo innumerevoli concerti da ballo, le Castemore  pubblicano nel 2000 il loro lavoro discografico che avrà seguito con due registrazioni alla Radio Svizzera Italiana.
Nel 2006 dopo aver concluso l’esperienza Castemore dà vita insieme a Renata Tomasella e Pilli Cossa al "Comballo", ancora una formazione da ballo tradizionale ma con la caratteristica di offrire un repertorio prettamente italiano preso dalle tradizioni delle valli alpine ed appenniniche. prova

carlo2