Frate CLAUDIO CANALI - Vocals, Flute, Bombardino
Molteno(Lc) - 1/09/1952 il suo primo incontro con la musica nella banda musicale S. Cecilia dello stesso paese dove suona per qualche anno il flicorno baritono, una sorta di trombone a pistoni.

Nel 1969 entra a far parte del gruppo dei Gee, come cantante solista. L'eccezionale estensione vocale di Claudio ed il suo carattere da vero e proprio istrione da palcoscenico gli permettono di interpretare un repertorio, dai New Trolls ai Deep Purple, così che già in sala da ballo le esibizioni dei Gee diventano dei veri e propri concerti.

Col passare del tempo rispolvera la passione per gli strumenti a fiato dedicandosi prima al flauto traverso e successivamente, a Biglietto formato, al vecchio flicorno baritono. Claudio che ha una predisposizione naturale per la musica e gli strumenti, nel periodo Gee, suona un po' di tutto, chitarra, batteria, basso ecc.

Sciolto il Biglietto, canta e suona con diversi gruppi, continuando a scrivere pezzi che interpreta anche come cantautore in concerti e locali senza però realizzare alcuna incisione discografica.

Nel 1990 lascia il mondo per vivere secondo la regola di San Benedetto come Monaco eremita presso l'Eremo della Beata Vergine del Soccorso di Minucciano, un paesino arroccato tra la Garfagnana e la Lucchesia sotto le pendici del monte Uccello in provincia di Lucca.

La voce di Claudio risuona ora tra le mura della piccola chiesa dell'Eremo, intonando canti Gregoriani nella liturgia monastica e le note del suo flauto traverso a volte fanno da sfondo ai canti sacri. La sua vena artistica si esprime ora, durante i tempi permessi, nella poesia, nel disegno e la scultura di soggetti sacri.